Cosa fare per combattere l’insonnia?

 

 Non riesci a dormire? Ecco che cosa fare per combattere l'insonnia

Quasi un italiano su tre dorme male. Quello dell’insonnia è un tema che ricorre spesso, che non è sempre facile capire come combattere e che mette a dura prova l’energia, la concentrazione e anche lo stesso umore. Basti pensare a quanto può essere snervante svegliarsi nel cuore della notte per rimanere a fissare il soffitto, guardando poi l’orologio per scoprire che manca poco all’alba!

L’insonnia può verificarsi con una serie di diversi sintomi, dai risvegli notturni, ai risvegli precoci fino alla difficoltà con cui ci si assopisce. Ogni persona necessita però di una diversa quantità di sonno, per cui tale disturbo può essere diagnostico solamente dagli effetti che questo ha sulla vita diurna: irritabilità, affaticamento, scarsa attenzione, ansia, preoccupazione e cattivo umore possono essere i segnali che decretano un reale presenza di insonnia.

Poiché le cause sono tante e diverse, è difficile generalizzare sulle cure e capire cosa fare combattere l’insonnia. Potrebbe essere infatti scatenata da qualcosa di semplice, come dall’assunzione eccessiva di caffeina, piuttosto che da problemi più complessi, come da fattori stressanti o da condizioni particolari di salute. Scopriamo quindi alcuni semplici consigli, per capire se combattere l’insonnia con semplici gesti quotidiani oppure se è preferibile rivolgersi al parere di un esperto.

 Alcuni consigli per combattere l’insonnia

Anche se può apparire come un controsenso, il primo consiglio per chi desidera combattere l’insonnia è quello in realtà di non combatterla: cercare di allontanare gli attacchi di insonnia potrebbe causare ulteriore ansia, stress o malumore. Per non creare un effetto opposto a quello desiderato, è bene quindi cercare di rilassarsi, accentando e imparando a conoscere la propria condizione.

Esistono poi una serie di altri consigli per combattere l’insonnia da mettere in pratica fin da subito e che permettono di correggere alcuni comportamenti o abitudini che non favoriscono il riposo. Se ti sei riconosciuto nei sintomi descritti precedentemente, questi sono alcuni rimedi che possono aiutarti a prevenire o contrastare l’insorgenza di problematiche legate ai disturbi del sonno. 

Ecco cosa fare per combattere l’insonnia:

  • Assumi pasti leggeri alla sera: più si avvicina la sera e più è consigliato fare pasti leggeri e frugali. Sarebbe bene, ad esempio, evitare di assumere carboidrati o alimenti come pane, dolci e caffè, per non affaticare il metabolismo. 

  • Rilassarsi con una tisana calda: le bevande calde hanno la capacità di rilassare e allentare le tensioni allo stomaco, apportando un gran beneficio a tutto il nostro organismo. Le tisane sono perfette per sostituire anche lo spuntino di mezzanotte.

  • Leggi un buon libro: la lettura serale aiuta a farci assopire, distraendoci dagli stress quotidiani e preparandoci ad accogliere il sonno. Sostituire quindi la lettura di un buon libro all’utilizzo di strumentazioni elettroniche è un ottimo modo per combattere l’insonnia.

  • Spengi le luci e chiudi gli scuri: anche il livello di luce all’interno della stanza è determinante per la qualità del riposo. Dobbiamo abituare infatti il nostro cervello a un corretto ciclo sonno-veglia, per restare attivo nelle ore di sole e a riposo nelle ore di buio.

  • No ai sonnellini pomeridiani: a patto che il pisolino pomeridiano non dovrebbe mai superare i 30 minuti, per chi soffre di insonnia questa attività potrebbe causare un maggiore squilibrio alla già delicata struttura del sonno.

  • Vai a letto solo quando hai sonno: se senti di non avere sonno, allora non andare a letto. È importante abituare il nostro cervello a distinguere tra gli ambienti in cui svolgiamo attività da quelli invece in cui riposiamo, in cui possiamo rilassarci e dedicarci solo al riposo. Questo vale anche se ti svegli spesso durante la notte: alzati e recati in un’altra stanza.

Un ultimo e importante consiglio, che vale anche e non solo per combattere l’insonnia, riguarda la scelta di strumenti di qualità per la cura sonno. Il benessere è infatti un equilibrio che si raggiunge praticando una serie di buone abitudini, a partire dalla scelta dei cuscini, dei letti e delle doghe sui cui riposiamo.

Per un sonno di qualità è importante dotarsi di cuscini capaci di sostenere e accompagnare cervicale, mentre i materassi devono fornire il corretto sostegno alla colonna vertebrale. Se sei alla ricerca di strumenti per un sonno di qualità, entra nel mondo Dorelan: perché dormire bene è vivere meglio. 

Il carrello è vuoto
visa mastercard paypal