I'M A DREAMER vince il bando COOPIN!

“I’M A DREAMER, sogno_riciclo_creo” vince il bando “COOPIN - Premia l'innovazione. Aperta. Cooperativa” 

L’iniziativa nata dalla collaborazione tra Dorelan, CavaRei-Impresa Sociale e l’Istituto Tecnico Saffi-Alberti di Forlì è stata selezionata tra 30 i progetti d’innovazione aperta provenienti da tutti i territori dell’Emilia-Romagna che hanno partecipato al bando promosso da Confcooperative per il 50° anniversario. Questa mattina la premiazione a Bologna nell’ambito della cerimonia “COOPIN – Innovazione cooperativa”.

Forlì, 14 dicembre 2018_ I’M A DREAMER, l’iniziativa nata dalla virtuosa collaborazione tra Dorelan, Cavarei-Impresa Sociale e l’Istituto Tecnico Saffi-Alberti di Forlì, conquista il premio COOPIN nella categoria Partnership per l'innovazione, orientata ai progetti che aggregano soggetti diversi e complementari. 
 

I’M A DREAMER ha saputo dimostrare concretamente come impresa e territorio possono collaborare, nel rispetto dell’ambiente e per una crescita comune. Per questo è stato selezionato tra le 30 iniziative regionali che hanno partecipato al bando “COOPIN - Premia l'innovazione. Aperta. Cooperativa”, promosso da Confcooperative Emilia-Romagna nell'ambito delle celebrazioni per il 50° anniversario, in collaborazione con i CoopUp e le Confcooperative provinciali, AICCON, Tempo Consulting e con il patrocinio della Regione Emilia-Romagna. L’obiettivo era quello di valorizzare progetti di cooperative, imprese sociali, associazioni, B-corp capaci diinnovare prodotti, servizi e metodi facendo leva su una rivisitazione dei principi e dei valori cooperativi e mutualistici, per metterli al servizio di sfide contemporanee.
«Siamo convinti che il territorio in cui s’inserisce un’impresa e la comunità di cui fa parte siano patrimoni da valorizzare e soggetti con cui conversare in maniera costante e collaborativa. Oggi la reale innovazione di un’azienda passa anche, anzi soprattutto, da qui: dal valore delle sinergie e del dialogo per il raggiungimento di un bene comune»: il commento di Riccardo Tura, marketing manager di Dorelan. 

I’M A DREAMER – Il Progetto 
Progetto sociale di Dorelan, I’M A DREAMER – Sogno_Riciclo_Creo nasce per favorire la sinergia tra imprese, enti e territorio, il sostegno al tessuto economico locale e la sostenibilità dei processi produttivi aziendali. Un percorso virtuoso, realizzato con la preziosa collaborazione dei giovani studenti del Sistema Moda dell’Istituto Tecnico Saffi-Alberti di Forlì e di CavaRei-Impresa Sociale e iniziato nel novembre del 2017. Dorelan ha messo a disposizione degli studenti i propri materiali in esubero, chiedendo loro, nel rispetto dei vincoli tecnico-operativi necessari, di sviluppare prototipi destinati a essere industrializzati.
I giovani fashion designer, dopo aver scelto e testato i materiali, hanno espresso la loro creatività e il loro ingegno: sono nati progetti nuovi e visionari, legati all’ambiente notte e adatti a interessanti scenari espositivi e di vendita. I 20 prototipi più indicati per la futura industrializzazione sono stati inviati a CavaRei, per la realizzazione. Una scelta strategica, al fine di offrire opportunità occupazionali a persone svantaggiate. Grazie alle diverse competenze e ai servizi offerti da Cavarei, alla professionalità e all’attenzione al dettaglio garantiti in ogni singola fase della lavorazione, le idee dei giovani designer si sono concretizzate e i materiali di recupero hanno preso nuova vita.
I frutti di questa iniziativa sono stati esposti a Forlì in occasione della Settimana del Buon Vivere, dal 15 al 30 settembre, nell’ambito di una mostra dedicata che ha totalizzato oltre duemila visitatori.
Dorelan ha quindi selezionato i prototipi realizzati dai designer ritenuti più idonei per essere prodotti in serie e commercializzati. La premiazione dei progetti vincitori è avvenuta il 6 dicembre presso Cavarei. A partire dal 2019 entreranno in produzione: la cuccia Puppy, di Alessandra Santanocito e Maria Gioia Tempesta, le ciabattine Neve di Chantal Abrahami di Rebecca Roncon, lo zainetto Queen di Gloria di Leonforte e Ye Quing Ji, la palla-cuscino La-La-Ball di Daniela Stratulat e Beatrice Visentin, il borsone Olvidar di Aguiratou Guebre e Bintou Kondaogo e Viju, portacellulare da ricarica di Lahe Juba e Marianna Villa. 

Les cookies nous aident à fournir nos services. En utilisant ces services, vous acceptez l'utilisation des cookies de notre part. Info