I'M A DREAMER vince il bando COOPIN!

“I’M A DREAMER, sogno_riciclo_creo” vince il bando “COOPIN - Premia l'innovazione. Aperta. Cooperativa” 

L’iniziativa nata dalla collaborazione tra Dorelan, CavaRei-Impresa Sociale e l’Istituto Tecnico Saffi-Alberti di Forlì è stata selezionata tra 30 i progetti d’innovazione aperta provenienti da tutti i territori dell’Emilia-Romagna che hanno partecipato al bando promosso da Confcooperative per il 50° anniversario. Questa mattina la premiazione a Bologna nell’ambito della cerimonia “COOPIN – Innovazione cooperativa”.

Forlì, 14 dicembre 2018_ I’M A DREAMER, l’iniziativa nata dalla virtuosa collaborazione tra Dorelan, Cavarei-Impresa Sociale e l’Istituto Tecnico Saffi-Alberti di Forlì, conquista il premio COOPIN nella categoria Partnership per l'innovazione, orientata ai progetti che aggregano soggetti diversi e complementari. 
 

I’M A DREAMER ha saputo dimostrare concretamente come impresa e territorio possono collaborare, nel rispetto dell’ambiente e per una crescita comune. Per questo è stato selezionato tra le 30 iniziative regionali che hanno partecipato al bando “COOPIN - Premia l'innovazione. Aperta. Cooperativa”, promosso da Confcooperative Emilia-Romagna nell'ambito delle celebrazioni per il 50° anniversario, in collaborazione con i CoopUp e le Confcooperative provinciali, AICCON, Tempo Consulting e con il patrocinio della Regione Emilia-Romagna. L’obiettivo era quello di valorizzare progetti di cooperative, imprese sociali, associazioni, B-corp capaci diinnovare prodotti, servizi e metodi facendo leva su una rivisitazione dei principi e dei valori cooperativi e mutualistici, per metterli al servizio di sfide contemporanee.
«Siamo convinti che il territorio in cui s’inserisce un’impresa e la comunità di cui fa parte siano patrimoni da valorizzare e soggetti con cui conversare in maniera costante e collaborativa. Oggi la reale innovazione di un’azienda passa anche, anzi soprattutto, da qui: dal valore delle sinergie e del dialogo per il raggiungimento di un bene comune»: il commento di Riccardo Tura, marketing manager di Dorelan. 

I’M A DREAMER – Il Progetto 
Progetto sociale di Dorelan, I’M A DREAMER – Sogno_Riciclo_Creo nasce per favorire la sinergia tra imprese, enti e territorio, il sostegno al tessuto economico locale e la sostenibilità dei processi produttivi aziendali. Un percorso virtuoso, realizzato con la preziosa collaborazione dei giovani studenti del Sistema Moda dell’Istituto Tecnico Saffi-Alberti di Forlì e di CavaRei-Impresa Sociale e iniziato nel novembre del 2017. Dorelan ha messo a disposizione degli studenti i propri materiali in esubero, chiedendo loro, nel rispetto dei vincoli tecnico-operativi necessari, di sviluppare prototipi destinati a essere industrializzati.
I giovani fashion designer, dopo aver scelto e testato i materiali, hanno espresso la loro creatività e il loro ingegno: sono nati progetti nuovi e visionari, legati all’ambiente notte e adatti a interessanti scenari espositivi e di vendita. I 20 prototipi più indicati per la futura industrializzazione sono stati inviati a CavaRei, per la realizzazione. Una scelta strategica, al fine di offrire opportunità occupazionali a persone svantaggiate. Grazie alle diverse competenze e ai servizi offerti da Cavarei, alla professionalità e all’attenzione al dettaglio garantiti in ogni singola fase della lavorazione, le idee dei giovani designer si sono concretizzate e i materiali di recupero hanno preso nuova vita.
I frutti di questa iniziativa sono stati esposti a Forlì in occasione della Settimana del Buon Vivere, dal 15 al 30 settembre, nell’ambito di una mostra dedicata che ha totalizzato oltre duemila visitatori.
Dorelan ha quindi selezionato i prototipi realizzati dai designer ritenuti più idonei per essere prodotti in serie e commercializzati. La premiazione dei progetti vincitori è avvenuta il 6 dicembre presso Cavarei. A partire dal 2019 entreranno in produzione: la cuccia Puppy, di Alessandra Santanocito e Maria Gioia Tempesta, le ciabattine Neve di Chantal Abrahami di Rebecca Roncon, lo zainetto Queen di Gloria di Leonforte e Ye Quing Ji, la palla-cuscino La-La-Ball di Daniela Stratulat e Beatrice Visentin, il borsone Olvidar di Aguiratou Guebre e Bintou Kondaogo e Viju, portacellulare da ricarica di Lahe Juba e Marianna Villa. 

Nous utilisons des cookies techniques et analytiques et, après la manifestation du consentement, des cookies de profilage de tierces parties, pour permettre de pouvoir utiliser le site de manière optimale. Pour donner son consentement, appuyer sur . Pour de plus amples informations ou pour refuser d’accorder son consentement, LIRE ICI.